Pretty woman con lo spazzolone




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Pretty woman con lo spazzolone

E’ amico, innamorato o solamente infatuato della bella ballerina russa?

di Anonimo
Cari Luigi & Monica,
Pochi minuti fa stavo navigando sulla rete, ascoltando una tristissima canzone d’amore, e digitando in un motore di ricerca le significative parole "Problemi - Amore". E credetemi che mai più avrei pensato che sarei finito a cercare una soluzione a questi miei problemi proprio su una cosa così virtuale come Internet. Ma onestamente, quello che sto cercando è un consiglio, un suggerimento da qualcuno che ha sicuramente più esperienza di me, e che comunque abbia voglia di darmi una opinione sincera, disinteressata e che mi aiuti a capire cosa veramente devo fare.
Ho 21 anni e da luglio vivo in una situazione di profonda sofferenza per una storia d’amore (aggiungerei unilaterale, poiché il mio amore non è corrisposto)che giorno dopo giorno mi fa star male sempre di più.
A luglio ho conosciuto una ragazza russa di 23 anni che vive qui in Italia e che lavorava come ballerina in un locale nella mia città. Io l’ho incontrata casualmente e me ne sono innamorato quasi subito, sia per la sua bellezza che per la sua, può sembrar strano, ingenuità.
Dico che può sembrar strano, proprio per il tipo di lavoro che faceva e che fa. In quel tipo di locali, oltre che allo spettacolo, le ragazze devono anche fare delle consumazioni con i clienti che vanno lì. I clienti che vogliono bere qualcosa in compagnia di una ragazza, pagano anche la consumazione della ragazza, che costa abbastanza. E naturalmente su queste consumazioni anche le ragazze hanno una piccola percentuale. Comunque, posso assicurarvi, sia perché tanti amici (alcuni di loro lavorano in questura) me lo hanno confermato sia perché qualche volta l’ho frequentato anch’io, che all’interno non si hanno prestazioni di tipo sessuale. Ho saputo che qualche ragazza magari ha rapporti a pagamento con clienti incontrati nel locale, ma al di fuori di esso, e con il locale non c’entra nulla. In poche parole, quelle che hanno rapporti sessuali a pagamento, lo fanno perché gli va di farlo e nessuno le obbliga. Comunque anche se non posso avere la certezza assoluta, ho saputo che lei non appartiene al gruppo di coloro le quali lo fanno. Era necessario fare questa premessa perché possiate capire meglio i miei problemi. Io e questa ragazza ci vedevamo quasi tutti i giorni. Qualche volta prima che andasse a lavorare, e magari andavamo a cena insieme, o al cinema o a fare un giro. E’ stata lei a dirmi che non voleva che andassi troppo spesso nel locale perché non capiva perché dovevo spendere soldi in quel modo.
Io però durante il giorno avevo da lavorare e pur di poterla vedere anche un paio d’ore qualche volta andavo nel locale e consumavo insieme a lei.
Le ho sempre detto che mi ero innamorato di lei, che per me era importante, le ho mandato rose, fatto regali, scritto lettere d’amore (in russo), le ho detto che volevo avere un rapporto serio con lei e che se aveva qualche problema lo avremmo risolto. Praticamente ho fatto di tutto, qualsiasi cosa che può rendere felice una donna, o che almeno si pensa possa farla felice.
Le ho chiesto più volte quali fossero i suoi sentimenti per me, cosa pensava di me, che ruolo e che significato avevo nella sua vita. Ho sempre ottenuto risposte vaghe, mi diceva che non era sicura dei suoi sentimenti, e comunque non mi ha mai dato risposte che facessero capire qualcosa di certo. Solo che ero troppo bravo e che ero diverso da tutti gli altri ragazzi che aveva conosciuto. Le ho voluto dare tempo, e, per due mesi, fino a fine settembre abbiamo continuato a vederci, andare fuori insieme, sentirci per telefono; si è anche fatta dare due giorni di riposo e siamo andati in vacanza insieme. Abbiamo dormito insieme nello stesso letto ma non abbiamo avuto rapporti sessuali, poiché lei non mi ha certamente fatto capire che voleva. E poi non mi ha mai permesso di darle un vero bacio, ma sempre e solo sulle guance; come potevo allora pensare che avrebbe voluto fare l’amore? E se comunque avesse voluto in un modo o nell’altro avrei capito. Se non mi sono permesso di tentare nulla in quel senso è perché ero sicuro che non voleva.
Infine, tutti gli uomini che frequentano quel locale e non sanno come funziona, la prima cosa che chiedono a una ragazza è che vogliono scopare. E quante volte li ho sentiti. E quante volte ho sentito le loro risposte negative. Insomma, non ho mai voluto comportarmi come uno dei soliti clienti, alla ricerca di sesso. Ed in effetti, non lo ero neppure. Ciò che provavo e provo per lei è amore, tanto, forse troppo, e l’unico desiderio di rapporto fisico, era collegato a quel sentimento.
Insomma, in tutto questo tempo, mai un bacio, mai rapporti sessuali, mai una risposta certa. A fine settembre si è trasferita in una città ad un’ora di distanza da me, poiché il contratto con quel locale era finito e doveva iniziare in un altro locale nella città dove tuttora abita. Prima di partire, dopo l’ennesima lettera e le mie solite domande, mi dice che per lei sono un amico, niente di più, e mi dice: "penso che adesso che ti ho detto questo, non mi vorrai più vedere". Ed io invece le ho risposto che avrei continuato a volerla vedere, perché lei sapeva benissimo cosa provavo per lei, che tutto quello che ho fatto, l’ho fatto perché ero felice. Comunque, dopo un paio di giorni parte e va nella città dove doveva iniziare a lavorare.
Da allora ci siamo sentiti sempre per telefono e sono andato a trovarla un paio di volte. Le ho ancora mandato dei fiori e le ho detto che sono sempre innamorato di lei.
Da lei però non ho alcuna risposta positiva. Un po’ di tempo fa non l’ho chiamata per qualche giorno e quando mi ha chiamato lei mi ha detto che devo chiamare più spesso perché pensava che mi stavo dimenticando di lei. Quando la chiamo, a volte mi sembra che le faccia piacere a volte no. Eppure è lei che mi ha sempre detto che se è sempre uscita insieme a me, era perché le faceva piacere. però qualche dubbio mi sorge sempre. Capite, la mia mente si riempie di dubbi, ogni giorno uno nuovo, non so cosa fare. Poi, da parte sua non vedo nemmeno che interesse nascosto o poco pulito ci potrebbe essere nei miei confronti, dato che a lei non ho mai dato una sola lira. E poi se voleva approfittare dei miei sentimenti per lei bastava che faceva finta di amarmi, che mi portava a letto. Avrebbe subito intrappolato un pollastro innamorato e giovane. Invece non ha mai fatto niente di tutto questo. Vi dico, nemmeno un bacio! Anzi è stata addirittura lei a darmi dei soldi per una scommessa che aveva perso.
Pazzesco! Poi tutti sti comportamenti che non si definiscono mai così bene. L’ultima volta che sono andato a trovarla, dopo un mese che non ci vedevamo, ho passato solo poche ore con lei perché mi ha detto che doveva pulire la casa, perché quello era il loro giorno libero e nei giorni di lavoro non avevano molto tempo. E allora dopo un mese che non vedi un amico, gli dedichi solo due ore perché devi fare le pulizie??? tanto più che dovevo anche farle un favore, e ho preso i documenti di una sua amica per farli tradurre da un amico dal russo all’italiano. Le ho mandato delle rose e in questi due giorni non mi ha ancora chiamato. telefono rotto? Io imbecille spero sia quello il problema. Ma vedete è che quello che fa, a volte poco delicato, io non penso si renda bene conto del male che può fare o di quanto indelicato possa essere.
Cosa devo fare? Io la amo, e nel mio cuore la speranza c’è sempre. So benissimo che i suoi comportamenti sono lontani centinaia di miglia dalla parola amore, ma a volte mi sembra che lo siano anche dalla parola amicizia. O almeno io sono abituato a trattare diversamente gli amici. Si potrebbe pensare: "Mantiene i contatti perché un domani potresti essere utile o per qualche interesse". Però non ha mai fatto del suo meglio o comunque poche cose per mantenere questo rapporto. Diciamo che se io non fossi così innamorato, con una persona uguale avrei già troncato da tempo.
Devo continuare questo rapporto senza speranza? Certo che se la continuo a sentire e a vedere il mio sentimento è sempre alimentato.
O devo troncare definitivamente? Certo che lei potrebbe dire che sono io che ho voluto interrompere, senza motivo, senza mai aver litigato.
Così dopo tutto quello che ho fatto, dopo tutti i sacrifici e i patimenti per lei, faccio anche la figura di quello a cui non gliene frega niente di lei. Se mi importasse, perché la lascerei? Bizzarro, ma non mi stupirei se la pensasse così.
Cosa posso fare? Vi prego datemi un consiglio perché non ce la faccio proprio più. Se devo continuare questo rapporto, in che modo mi consigliate di farlo? se devo troncare, quale pensate sia il modo migliore? Se proprio devo dimenticarmi di lei, voglio che lei sappia che non è stato certo per colpa mia. Accetto tutto, ma credetemi, questa volta colpe non ne ho.
Vi sarei veramente grato se mi voleste rispondere. Aspetterò volentieri la pubblicazione della lettera. Se fosse possibile, mi potreste dare un’anticipazione di ciò che pensate? Scusate e se vi chiedo troppo, fa niente, aspetterò. Grazie per avermi ascoltato e chiedo scusa per la lunghezza della lettera, ma purtroppo anche la mia sofferenza sta diventando davvero lunga, e vorrei prendere una decisione abbastanza presto, perché mi sto davvero tormentando a pensare la cosa migliore da fare.


La nostra risposta:
Caro Anonimo,
effettivamente sembra che questa ragazza (ma non ha un nome? Perché ce ne parli senza nemmeno darle un nome convenzionale? Chiamiamola "Irina", va bene?), Irina, veda in te un amico, anche se importante, ma non l’uomo della sua vita. Più che legittimo, non credi?
"Ma potrei diventarlo", potresti dire tu, "ed invece lei non mi da un minimo di possibilità".
No, di possibilità te ne ha date diverse. Se tu non la chiami, ti chiama lei. Indubbiamente almeno di un buon amico ha bisogno. E questo vuol dire che un primo esame l’hai passato.
Perché non ti da confidenza, perché non si concede, perché non passa a baci, carezze e sesso? Bhè, forse non hai idea di quanti uomini ogni sera cercano baci e carezze e sesso da lei, anche con sorrisi e gentilezze; anzi non escluderei che qualcun altro le invii fiori e regali! Se si fida di te, se ti cerca come amico, vuol dire che ha capito che non sei come gli altri, alla sola ricerca di una sveltina facile e gratuita. Ma quanto sei diverso dagli altri? Ed il tuo è interesse vero per lei o solo infatuazione per una bella ragazza che fa una vita diversa dalla tua, eccitante, intrigante? Quanto le dimostri del vero interesse per lei?
Mi spiego: tu la inviti a cena, al cinema, a ballare, in vacanza… sembra che lei ti serva, che lei ti interessi solamente per divertirti, che tu voglia importare nella tua vita la sua capacità di intrattenere. Ad esempio: tu ti arrabbi perché lei, invece di dedicarti il suo tempo, deve pulire casa, la saluti e te ne vai. E tu, dopo un mese che non vedi la persona che ami la lasci solamente perché deve fare le pulizie? Se ti interessasse veramente lei, come persona, avresti fatto molto volentieri le pulizie con lei, pur di starle accanto, pur di vederla, sentire le sue parole… Perché se tu l’amassi, non ti potresti annoiare con lei, né stancare, nemmeno togliendo le ragnatele dagli angoli. Le avresti detto: "pulizie? Bene, tu mettiti seduta e parlami di te, mentre le pulizie la faccio io". La gioia di sentirle raccontare di quando era piccola, della sua vita, avrebbe compensato qualsiasi fatica, e sarebbe servito a conquistarla più di qualsiasi regalo.
Non è forse che la vedi veramente come una possibilità di fare esperienze frizzanti? Quando ce ne parli, ad esempio, non le hai dato nemmeno un nome! Non è un distributore di risate, ma una donna, un essere umano con problemi, dubbi, tristezze, angosce forse anche più di te. E’ vero, non pretendi sesso, ma pretendi spasso e attenzione. Quando si ama, invece, si vuole dividere tutto, compreso la polvere e la stanchezza, la scopa e lo spazzolone.
Ha bisogno di un uomo, non di un cliente gentile e galante che le invia lettere e regali. Lei si deve difendere da questo rischio: sente di potersi fidare di te come amico, che non vuoi semplicemente scoparla gratis, ma non sa quanto può fidarsi del tuo "amore". E’ veramente amore, cioè voglia di condividere con lei anche il dolore e la fatica, la paura e la noia? Si può fidare di te, nel senso che un giorno che non è bella e truccata, che non ha voglia di uscire, che deve mettersi i guanti di gomma e pulire i piatti, tu non dirai "uffa che palle" e te ne andrai?
Se veramente la ami dimostralo, altrimenti non illuderla: saresti peggiore del peggiore dei suoi clienti.

Questa lettera è stata letta 3923 volte.


I vostri commenti
Ci sono 3 commenti:

Ciao...
se la ami veramente... prova a dirglielo chiaramente..
se non vuoi solo sesso da lei... se hai intenzioni serie sposala...
devo confessare una cosa..
sono metà russa metà tedesca
e c'è una grossa differenza tra ucraine e russe..e generalizzare così insomma non va bene..
un parere?
nn la ami veramente in fondo volevi che lei strisciasse da te... e ti leccasse i piedi...
un difetto vero di russi?
siamo troppo orgogliosi
se ci sono quelli che si prostituiscono rubano imbrogliano e uccidono ci sono anche gli italiani che combinano di tutti i colori...
nn si può giudicare la persona solo in base al posto da dove proviene
probabilmente lei ha subito le cose sgradevoli nella sua vita..
umiliazioni... forse anche stupro e vuole da te solo un amico tenero... perchè ha paura di essere usata da te come uno zerbino..spero di esserti stata d'aiuto
       (Scritto da Maria il 26/1/2009 17:45)


Io ho 34 anni e ho lasciato mia moglie e tutto per 1 ragazza ucraina di 20 anni che mi ha promesso amore eterno. risultato? mi ha mollato... senza motivazione! e io le ho dato tutto! non mi fido delle russe!
       (Scritto da Paul il 20/1/2009 19:34)


Ciao vuoi un consiglio di chi ci sta quasi tutti i giorni con le russe lascia perdere perche loro non sono per niente sensibili come noi italiani e ti diro di piu io ho sposato una donna russa e dopo 9 anni mi sono trovato cor, e contento loro sono delle ottime programmatrici e se poice di mezzo un figlio sei rovinato mentre da loro il divorzio e allordine de giorno xche in russia lre donne non hanno nessun diritto mentre in italia tutti.Qindi lascsi stare loro non conoscono la parola amore e poi quel mestiere e molto antico e loro ce lanno nel dna non tinrovinare perche proprio xche sono belle noi cadiamo come salami poi se siamo innamorati ancora peggio tisaluto e se vuoi tienimi informato buona fortuna
       (Scritto da Massimo il 6/12/2008 22:12)


Vuoi inserire anche tu un commento a questa lettera? Vuoi rispondere pubblicamente?
Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Forse sono pesante o articolata.
Mi manca tanto tanto una amica da voler bene
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Innamorato di una lesbica
Un amore impossibile? Eh si, ma forse una fantastica amicizia possibile. Tra uomo e donna? Amicizia quasi impossibile, se non dopo che le implicazioni sessuali si sono infrante.



Inserite la vostra pubblicità su questo sito