Come è complicata la vita




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Come è complicata la vita

Com'è difficile trovare qualcuno che "ci vada a genio", ma anche come è difficile "andare a genio" agli altri, se per prima cosa non "si va a genio" a noi stessi

di Fabrizio da Roma
Beh ragazzi,
che dire, io sono giunto al capolinea.
Oggi è stata la giornata fatale. Di nuovo rifiutato dall'amicizia, dopo tanto tanto impegno, a 24 anni, senza avere mai un amico sincero, una ragazza, e tanto affetto con tentativi mal riusciti di integrarsi con "qualcuno". purtroppo ora sono costretto a gettare la spugna.
Non ce la faccio più a star solo, io mi arrendo al mio destino. Si, soffro soffro molto e sto soffrendo ora. Mi domando inutilmente quale deve essere la medicina giusta per guarire, ma so che non esiste nessuna cura. L'unica soluzione è accontentarsi di quello che sono, sperando che un giorno dovessi rinascere di essere più felice di ora.


La nostra risposta:
Ciao Fabrizio,
sei molto giovane, e spesso la giovinezza porta a ingigantire le emozioni, purtroppo anche quelle negative.
Parli dell'ennesimo rifiuto nell'offrire la tua amicizia a qualcuno, ma non lasci capire esattamente la causa del tuo disagio. Dici di sentirti incompreso, in fondo, da quello che lasci intendere, ma forse non ti poni nel modo giusto nei confronti degli altri. Quando si cerca ansiosamente amicizia e amore, spesso si sbaglia atteggiamento. Il forte desiderio di approvazione non permette di mostrarci come siamo davvero, con i nostri pregi e difetti, insomma, noi stessi. Prima di decidere di gettare la spugna, prova a valutare se con gli altri sei "vero".

Cerca di capire se c'è qualcosa che non va in come ti poni verso gli altri. Forse un'eccessiva timidezza, può far pensare che "te la tiri". Con lucidità e sincerità, analizza ciò che ti succede. Arrendersi al destino, come dici, non è certo una soluzione, ti porterebbe a chiuderti e isolarti dal mondo, proprio quello che non vuoi.

La sofferenza che provi ha una medicina, e si chiama ottimismo e fiducia, in te stesso e negli altri.
Accontentarsi può andare anche bene, ma non di una situazione che fa stare male. Non è il destino che può cambiarti la vita, mentre resti ad aspettare senza fare nulla. Per cui, se finora i tuoi sforzi non hanno raggiunto il risultato che volevi, forse hai investito le tue energie in persone sbagliate, come spesso succede. La soluzione non è aspettare di essere felice in una prossima vita. Le cose possono cambiare, ma devi essere tu, per primo, a cambiare.

Questa lettera è stata letta 1847 volte.


I vostri commenti
Ci sono 1 commenti:

Che ne pensi di una controllatina al carattere? Prova con una ragazza della compagnia a chiederle cosa secondo lei non va in te? Ciao Gianni
       (Scritto da il 14/6/2008 16:40)


Vuoi inserire anche tu un commento a questa lettera? Vuoi rispondere pubblicamente?
Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Forse sono pesante o articolata.
Mi manca tanto tanto una amica da voler bene
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Innamorato di una lesbica
Un amore impossibile? Eh si, ma forse una fantastica amicizia possibile. Tra uomo e donna? Amicizia quasi impossibile, se non dopo che le implicazioni sessuali si sono infrante.



Inserite la vostra pubblicità su questo sito