Sono triste




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Sono triste

Anche l'amicizia finisce, ma il momento per dire quello che si pensa di lei e parlare chiaro alla (ora ex) amica è proprio il suo matrimonio?

di Lùlù
Sono triste perché ho perso un amica.
Lo persa perché l'ho voluto io, ma adesso non so se ho fatto la cosa giusta. Lei mi ha trascurata per un anno e 1/2 e in questo periodo mi ha anche cessato di confidarsi con me! Con mille scuse, anche se io la cercavo si negava sempre dicendomi che era presa con il lavoro o altro.
A quel punto anche io ho iniziato a cercarla di meno e farmi altri giri. Poi è subentrato anche un problema di lavoro. Lei doveva fare un lavoro per me e invece prima della scadenza mi dice che non aveva potuto farlo senza ulteriori spiegazioni, costringendomi a rivolgermi di fretta ad altra persona.

Dopo 2 mesi mi chiama e nonostante io fossi già arrabbiata con lei e non volevo sentirla vado da lei e cosa succede? Mi invita alle sue nozze!!
Io, dopo qualche giorno, le dico che non ho intenzione di andare alle sue nozze perché orami i nostri rapporti sono freddi e ci sono troppi rancori. Lei mi dice che lo faccio perché sono solo invidiosa di lei!
Morale mi ferisce ed io ferisco lei!

Adesso io mi sento meglio per avergli detto quello che pensavo di lei, ma mi sorge un dubbio! Avrò fatto bene a farlo in un momento così importante come il suo matrimonio? Dovevo aspettare? Fare finta di essere sua amica per qualche giorno e non farmi sentire più oppure è stato meglio dirsi tutto prima e lasciarsi così?
Certo così io passo per la cattiva invidiosa! Bho!


La nostra risposta:
Cara L,
amicizia? Ma quest'amicizia la consideravi tale, da quanto? E davvero ti fai responsabile di questa perdita? Scusami se sono semplicemente schietta, ma non mi sembra ci fossero effettivamente delle basi di reale amicizia, almeno da come descrivi il tutto.

È stata francamente lei ad allontanarsi da te (si negava hai ripetuto) con la tua consequenziale decisione, difatti, di cercare amicizia altrove. L'amicizia ha dei momenti grigi, come tutti i sentimenti e forse anche di più perché nasce per il solo bene senza doppi fini alcuni. Sicuramente non era un'amicizia sincera, quest'ultima resiste a molto più che a delle difficoltà di lavoro.

E ti fai pure degli scrupoli su come ti sei comportata ? Tu le dici che non trovi sensata la tua presenza quel giorno dato lei è scomparsa per quanto tempo ha voluto e invece di ribadire con una proposta di chiarimento ti accusa di essere invidiosa? Da qui dovresti capire, quanto le possa importare della vostra amicizia, se veramente teneva alla tua presenza avrebbe detto qualcosa di più che calunniarti. Ultima cosa: qui se c'è qualcuna che passa per cattiva invidiosa è solo lei!

Non so da quanto avevi intrecciato tale amicizia, ma se non avessi ancora fatto la telefonata di non partecipazione al giorno delle sue nozze ti avrei consigliato vivamente di effettuarla pertanto non hai agito bene, bensì benissimo.

Questa lettera è stata letta 888 volte.


I vostri commenti
Non ci sono ancora commenti pubblici a questa lettera.
Vuoi essere tu il primo a inserire un commento a questa lettera? Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Forse sono pesante o articolata.
Mi manca tanto tanto una amica da voler bene
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Innamorato di una lesbica
Un amore impossibile? Eh si, ma forse una fantastica amicizia possibile. Tra uomo e donna? Amicizia quasi impossibile, se non dopo che le implicazioni sessuali si sono infrante.



Inserite la vostra pubblicità su questo sito