Sono sterile




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Sono sterile

Una coppia non può avere un figlio, nonostante i tentativi di inseminazione artificiale, ma è contraria all'adozione.

di Paky
Ciao a tutti siamo una coppia felicemente sposati da due anni felicemente fino a quando abbiamo scoperto che io (uomo) sono sterile e difficilmente potremmo avere dei bambini. Abbiamo fatto tre volte l'inseminazione artificiale in Spagna perché qui è vietata, ma non è riuscito. All'adozione siamo contrari.
Aiutateci, vi prego.


La nostra risposta:
Caro Packy,
l'adozione non è un ripiego, ma una scelta valida quanto l'inseminazione artificiale. Comprendo benissimo la vostra "diffidenza" rispetto l'adozione. Pensate che "avere un bambino" voglia dire darlo effettivamente alla luce, farlo uscire "fisicamente" da voi stessi. E che, magari, un figlio adottato vi sembrerebbe sempre "di meno", meno amato, meno sentito, e che forse lui vi darebbe meno affetto.
Capita anche che a volte vi sia, nei genitori adottivi, un periodo di "rigetto" appena dopo i primi giorni di entusiasmo per l'adozione. Ma del resto questo capita anche alle madri naturali, di avere la cosiddetta "depressione post partum" che può arrivare anche al rifiuto di nutrire il neonato e nei casi peggiori alla sua uccisione da parte proprio della madre.

Quindi non è facile neppure adottare un figlio, né praticamente né psicologicamente, ma è capace di dare quelle stesse emozioni (tranne il dolore del parto) che da una nascita naturale. OK, ci si risparmia tutta una serie di notti in bianco a cambiare pannolini e tentare di sedare un pianto dirotto, ma tutti gli anni dell'infanzia, dell'asilo, delle elementari, e così via, saranno esattamente identici a quelli che si hanno con un figlio naturale. Non ci sarà l'orgoglio del "sangue del mio sangue", ma devo dire che al mondo ci sono tanti padri e madri che abbandonano i loro figli nella spazzatura, o li mandano giù per lo scarico, o li lasciano in ospedale, per dubitare che esista veramente un istinto del "sangue".
Ci sarà invece un legame, fra voi ed il bambino che sarà vostro, forse anche superiore a quello che si crea con un bambino naturale. Un figlio naturale si è voluto, ma un figlio adottato non solo si è voluto, ma si è anche scelto di adottarlo.
Ci sono abbastanza padri che mollano moglie e figli e non se ne curano più, per sapere che il legame che sorge fra un padre ed un bambino adottato è di ferro, e che mai ti potrai sentire un "padre di serie B".

Questa lettera è stata letta 1316 volte.

Vuoi rispondere tu, in privato, all'autrice/autore di questa lettera? Clicca qui: Rispondi a questa lettera in privato


I vostri commenti
Non ci sono ancora commenti pubblici a questa lettera.
Vuoi essere tu il primo a inserire un commento a questa lettera? Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Solitudine
Paura di vivere
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Mi sembra di avere fallito
Una donna, 40 anni, ha molti amici e una vita sociale, ma dentro di se sente l'insoddisfazione di non avere una famiglia, un uomo che la ama, un figlio: come succede a molte donne in questa società



Inserite la vostra pubblicità su questo sito