Ti vedo solo più come un amico




Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Ti vedo solo più come un amico

La ragazza con cui stava da cinque anni lo lascia perché non lo ama più ma lui non riesce ad accettarlo

di Luca
Ciao, sono Luca 29 anni e vi voglio raccontare la mia storia:
Fino a poco tempo fa ucivo con una ragazza bellissima...ci siamo conosciuti quando lei ne aveva 17 ed io 23. Da un mese lei mi ha lasciato e ogni mio tentativo di recuperare la storia e non buttare 5 anni e mezzo è stato vano...le ho provate tutte senza risultati.
Ci siamo parlati più di una volta tra mille lacrime ma lei mi ha detto che mi vedeva solo più come un amico, che ormai era stufa della storia, che non era più innamorata di me e che sentiva il bisogno di farsi altre esperianze (per lei sono stato il primo ragazzo).

Inutile dirvi che io sto davvero male, sono depresso e sconvolto da quello che è successo...pensavo fosse la donna della mia vita e stavo cercando di costruire un futuro con lei, aspettavo solo che finisse l'università, e che maturando, scattasse in lei quella molla che le avrebbe fatto venire voglia di sposarsi e costruire un futuro solido con me. Invece non è successo nulla di tutto questo, lei è stata molto onesta con me e con se stessa, ha preferito lasciarmi per andare a divertirsi e vivere quella fetta di vita che non ha vissuto quando era più giovane, anche se sono sempre stato permissivo...fin troppo.
Ovviamente indagando ho scoperto che c'era dell'altro...e parlandone con lei mi ha anche confessato che si è presa una sbandata per un suo compagno di università che conosceva da ben 4 anni...a me è crollato il mondo addosso ancora di più..non mi dò pace.

Vorrei tanto che lei si riinnamorasse di me, invece da quel giorno non si è più fatta sentire e forse sta già vivendo una nuova relazione. Ha preferito buttare via tutto...io non le ho mai fatto mancare nulla e tutto sembrava funzionare bene fino al giorno prima a parte qualche accenno di stanchezza e monotonia nella relazione che però mi sembravano del tutto normali dopo più di 5 anni. Io me ne ero accorto ma pensavo fosse dovuto allo stress da esame che lei sta vivendo perché si sta laureando in questo periodo ed è sempre molto impegnata. Non l'ho più vista né sentita ma sò che esce sempre con l'amica e frequenta i compagni di università anche nel week end dove c'è sicuramente il tipo per cui ha perso la testa.

Sono distrutto, non mi dò pace ed ero convinto che mi amasse...mi sono sempre fidato e alla fine se né è andata lo stesso. Adesso ho capito che dare tutto ad una ragazza non sempre porta ai risultati sperati. Non mi fido più di nulla/nessuno ed ho capito che i valori veri al giorno d'oggi non esistono più... mi sento preso in giro e ferito...non me lo meritavo proprio. Mi dispiace tanto perché mi manca tantissimo, la penso ogni minuto e non capisco cosa l'abbia portata ad una decisione del genere.

Scusate lo sfogo e grazie per l'eventuale risposta.


La nostra risposta:
Caro Luca
Quello che ti è successo non è niente di così raro ed assurdo, è molto difficile che il rpimo ragazzo/a sia anche l'ultimi, o comunque quello "per sempre".
In fondo quando ti ha conosciuto aveva solo 17 anni, e a quell'età non si è ancora diventati adulti, c'è ancora tanto da scoprire, del mondo ma soprattutto di se stessi, bisogna ancora crescere, e crescendo si cambia...
Tu in fondo ti eri attaccato all'idea che crescendo e maturando in lei sarebbe scattata la molla che le avrebbe fatto desiderare di legarsi definitivamente a te, ma era una tua speranza, un tuo sogno che con la realtà poco aveva a che spartire, in fondo anche tu ti rendevi conto che non era certo pronta a scelte del genere.
Purtroppo non hai voluto dare retta neanche alle tue sensazioni quando ti sei accorto che ualcosa era cambiato tra di voi, hai pensato che dopo 5 anni e mezzo fosse "normale", ma scusa, se è normale che un rapporto si fiacchi dopo qualche anno, cosa succederà dopo sposati?
Pensi che lo stare insieme, il matrimonio siano solo un atto di volontà? Che i sentimenti contino poco, quello che conta è la decisione di stare con una persona per tutta la vita e basta?
Pensi che siano questi i "valori" che oggi si sono persi?
Beh, se è così ti sbagli e di grosso, non si può decidere chi amare e non si può stare insieme ad una persona perché si è deciso così, o meglio, si può, ma il risultato è una vita frustrante e senza gioia, ed una vita senza gioia non vale la pena di essere vissuta.
Non avere paura di affrontare la vita, sei così giovane e forse l'amore vero non l'hai ancora conosciuto: lasciati andare a quello che la vita ti offre e non cercare di incanalare i tuoi e gli altrui sentimenti verso un futuro prevedibile, potresti essere tu il primo a stancartene, l'amore è qualcosa che arriva quando meno ce l'aspettiamo e a volte se ne va allo stesso modo, dobbiamo avere il coraggio di accettarlo così com'è e di vivere la nostra vita accanto a chi vorrà dividerla con noi non perché l'ha deciso tanti anni prima, ma perché ogni giorno sente il bisogno di averti vicino.

Questa lettera è stata letta 982 volte.


I vostri commenti
Non ci sono ancora commenti pubblici a questa lettera.
Vuoi essere tu il primo a inserire un commento a questa lettera? Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


 << ultima lettera  |  < lettera successiva  |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
 La confessione più recente in questo argomento è:

Forse sono pesante o articolata.
Mi manca tanto tanto una amica da voler bene
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Innamorato di una lesbica
Un amore impossibile? Eh si, ma forse una fantastica amicizia possibile. Tra uomo e donna? Amicizia quasi impossibile, se non dopo che le implicazioni sessuali si sono infrante.



Inserite la vostra pubblicità su questo sito