Quasi 31enne incapace nell'amore.



Cerca nelle lettere:
Ricerca personalizzata

Relazioni personali



Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore

Poesie erotiche
  

Quasi 31enne incapace nell'amore.

Con il suo carattere chiuso e pessimista non riesce a costruire relazioni interpersonale e "mette in fuga" qualsiasi donna a gambe levate.

di 31enne che ancora spera.
Salve a tutti. Sono un quasi 31enne totalmente fallito nelle relazioni interpersonali. Non sono riuscito a crearmi delle relazioni nella vita, a parte i miei 3 amici che mi vogliono bene e la mia famiglia. Purtroppo ho avuto sempre dei complessi di inferiorità nei confronti degli altri che riuscivano ad avere ragazze come bere un bicchier d'acqua. Ho avuto solo una storia durata due anni, finita male, lei mi ha lasciato. Da 4 anni il buio più totale. Pian piano ho perso sempre più fiducia in me stesso, convinto purtroppo, per il mio carattere chiuso e pessimista, di non piacere a nessuna donna del mondo. Qualcuna che magari era attratta da me, appena mi ha sentito parlare è fuggita a gambe levate. Ora ho questa età, che un po' mi fa schifo, lavoro (per fortuna) e sono gratificato in quello che faccio, sono partito da casa e sono andato a vivere a 1000 km per lavorare e crearmi una mia vita indipendente. Devo dire che di questo sono molto contento. Ma per quanto riguarda i rapporti con le donne, ragazzi, qui nemmeno un viaggio a Lourdes mi può salvare. Stremato, ho provato siti d'incontri. Uno schifo. Le donne o non ti rispondono, o sono maschi che si fingono donne, o sono a pagamento. Non so più cosa fare. I miei amici sono tutti fidanzatissimi da anni, alcuni quasi sposati. Nessuno sta solo come me. Io sono un po' stanco, nemmeno una storiella, niente di niente. Mi sento un alieno. Ormai non riesco più ad essere naturale, se una mi interessa o scappo io o misuro le parole, perché so che una mezza parola sbagliata la fa scappare a gambe levate. Credetemi, non so più cosa fare. mi vedo a 60 anni, solo, senza soldi (sennò almeno una badante...) ma la cosa più triste, senza nessuno che tenga a me. Senza nessuna che voglia stare con me. Invidio tutti quelli che riescono con facilità a piacere alle donne. Perchè per piacere non puoi essere come me. Quelli come me non piacciono, io non piaccio da 15 anni e non so più cosa fare. A volte sto bene, dico ma chi se ne frega, riesco a stare solo. A volte un vuoto e una solitudine che non si può spiegare. Passeggiare, vedere cose, avere emozioni belle e non poter condividere tutto questo è una cosa molto frustrante. A volte mi apprezzo e sono contento per le battaglie che ho vinto e che sto vincendo. A volte mi faccio schifo perché sono così fatto male da allontanarmi tutti quelli che mi stanno intorno. Sono incline a pensare che morirò così. Vorrei farmene una ragione o, almeno, rassegnarmi. E capire che forse la vita potrebbe avere senso anche da solo. Totalmente solo. Scusate lo sfogo.


Questa lettera è stata letta 475 volte.


I vostri commenti
Non ci sono ancora commenti pubblici a questa lettera.
Vuoi essere tu il primo a inserire un commento a questa lettera? Clicca qui: Inserisci un commento a questa lettera

Cialis originale


    |  lettera precedente >  |  prima lettera >>
  
 La confessione più letta in questo argomento è:

 ♦ Mi sembra di avere fallito
Una donna, 40 anni, ha molti amici e una vita sociale, ma dentro di se sente l'insoddisfazione di non avere una famiglia, un uomo che la ama, un figlio: come succede a molte donne in questa società

GuidaPC Pubblicità su questo sito
Posizionamento e indicizzazione sui motori di ricerca


Inserite la vostra pubblicità su questo sito